domenica 25 marzo 2012

Terzo Polo o Nuovo Polo ? di Giorgio Diaferia

Dopo il Congresso API di Roma , sentite le dichiarazioni di questi giorni di Fini e Casini, sentito l'intervento di Bruno Tabacci credo che il Terzo Polo sia morto prima ancora di nascere.Anche la questione Lusi influisce, non si capisce se si sbaglia, seppur in assoluta buonafede, non lo si possa dire ed anzi si continui a girare per tv a urlare la propria innocenza che nessuno o quasi mette in discussione. Due passi indietro ci vogliono caro senatore Rutelli, almeno per un pò. E' del tutto evidente che da una parte l'UDC vorrebbe annettere altri partiti o persone ritenendosi l'unica struttura "centrista" oggi presente in Italia con numeri tali da poter pesare negli equilibri futuri di Governo. I vari Susta, Cacciari, Montezemolo forse faranno un partito, forse confluiranno come Associazioni varie di certo il Centro attuale dice di riconoscersi in pieno nel Governo Monti, anche perchè non ha altre alternative. Il più Montiano di tutti è il trio "Casini-Fini-Rutelli" che vuole far passare nell'opinione pubblica che chi ci governa ora sono tecnici di Area Centrista di loro espressione. In parte è così ma non proprio, ci sono alcune situazioni che devono cambiare prima del voto nel 2013.
Occorre una nuova legge elettorale modello tedesco, con uno sbarramento alto, senza premio di maggioranza e con un sistema proporzionale, dove i candidati possano essere scelti dalla gente. Poi è urgente dimezzare il numero dei Parlamentari e differenziare il compito delle 2 camere, con un profondo e radicale rinnovamento dei Parlamentari. Chi è stato eletto per 2 legislature (modello Sindaci) non può più essere votato per uno dei 2 rami del Parlamento. E questo deve valere per tutti. Riduzione degli emolumenti ed eliminazione di qualunque benefit una volta non più eletti. Cancellazione del rimborso ai partitit che non esistono più e dimezzamento del contributo dello Stato con bilanci trasparenti per tutti, anche per i Sindacati.

Nessun commento:

Posta un commento