venerdì 25 maggio 2012

Ciao Ciao API di Giorgio Diaferia

L'API si sta dissolvendo come la neve al sole, questo è quanto risulta dopo il voto delle amministrative di Maggio. L'effetto Lusi ha giocato molto a sfavore dei candidati dell'ex leader della Margherita e solo la qualità ed il lavoro duro ed autonomo dei singoli candidati ha salvato il partito dal tracollo. Non meglio è andato il FLI dello scomparso (politicamente)Fini, che forse avrebbe dovuto abbandonare la sua carica di Presidente della Camera per sostenere il suo partito ed il Terzo Polo. Quest'ultimo per dichiarazione del Presidente dell'UDC Casini, non esiste più. Ed allora, gli apini che fine faranno? Tra meno di 1 anno si voterà per le elezioni politiche e chi vorrà candidarsi per essere eletto dovrà accasarsi da qualche altra parte. E'evidente la tendenza bipolare del Paese fatta eccezione per lo straordinario risultato del Movimento 5 Stelle che ora si pone davvero come il vero Nuovo Terzo Polo d'Italia. Il Presidente Montezemolo scenderà in politca con la sua Italia Futura? Lo farà direttamente o alleandosi e con chi ? Forse con il trio Casini-Berlusconi-Fini? oppure no. Impossibile da solo e molto difficilmente con il centro sinistra, che probabilmente ritenterà a livello nazionale il gruppo della foto di Vasto con IDV, SEL e PD. L'MPA di Lombardo è in via di esaurimento dopo le annunciate dimissioni del suo leader a Luglio.Forse gli apini andranno verso il centro destra moderato del quartetto Berlusconi(Alfano)-Montezemolo-Casini-Fini? Nel frattempo alcuni coordinatori API provinciali del Piemonte hanno dichiarato l'intenzione di mettersi in stand by e di voler riflettere. In tutto questo di Ambiente o meglio di Ecologia non parla seriamente nessuno e forse quel 40 % e più di Italiani che non è andato a votare un pò l'ha fatto per l'assenza di una vera realtà politica coraggiosamente ECOLOGISTA e Moderata. Ma alla guida ci vanno facce nuove, giovani ed altre meno giovani ma di impegno e competenza.Nel mentre stiamo soffocando nello smog, e siamo in Europa il paesino di coda per l'immatricolazione di auto elettriche. Ridicolo! Occorre che noi Ecologisti ci si stringa insieme e si riparta. Ma subito, non possiamo avere un parlamento senza una forte rappresentanza Ecologista.

lunedì 21 maggio 2012

Al ballottaggio il primo partito è l'astensionismo . di Giorgio Diaferia

Al ballottaggio vince il Centro Sinistra ed il PD in particolare, sparisce il Terzo Polo definitivamente, crolla la Lega ed il PDL, ed il Movimento Cinque Stelle di Beppe Grillo elegge il suo Sindaco a Parma. Per tutti i detrattori ora ci sarà modo di vedere quanto l'ingegnere informatico, candidato Sindaco del Movimento sarà capace di passare dalla protesta alla costruzione della "nuova Parma" In provincia di Torino la novità maggiore è a Rivalta dove perde il candidato del centro sinistra e vince Mauro Marinari della Lista Civica "Rivalta Sostenibile" che ha fatto dell'ecologismo la sua bandiera ed il suo programma.Tranne a Cuneo, dove ha vinto il candidato dell'UDC, nei capoluoghi provinciali del Piemonte ha vinto il candidato del Centro-Sinistra. Ma il dato più importante è che i cittadini, fatta eccezione per Palermo e Parma hanno disertato le urne, stanchi dei Partiti tradizionali e di questo modo di fare politica. E' il momento delle Liste Civiche, del rinnovamento e dell'Ecologismo. Meditate gente, meditate.

sabato 19 maggio 2012

EcoGraffi :C'è da essere Molto Indignati!

EcoGraffi
Di Giorgio Diaferia   
Non percepisco la presa di coscienza, da parte della classe politica italiana attuale, del fatto che l'opinione pubblica diffusa sia stanca, stufa, di loro. La scena dell'altro giorno alla Camera dove, di fronte a 12 , forse 15 parlamentari, veniva presentata la legge"epocale" che limitava e tagliava importanti privilegi alla classe politica nostrana, con le gradinate del Palazzo abitate da classi vocianti venute a Roma per vedere al lavoro i nostri politici, trovo sia la perfetta fotografia dell'arroganza ed indifferenza della casta verso noi cittadini qualunque. Forse tra i tanti referundum occorrerebbe promuoverne uno, che sancisca che questa classe politica, che per tanti anni ci ha governato, con il risultato di un indebitamento pubblico in continua crescita, la chiusura di fabbriche, tassi di disoccupazione giovanile e non ai massimi storici, senza prospettive di crescita e/o di ripresa, dicevo un Referendum sarebbe da presentare: Tutti a casa! Ovvero un totale ricambio di classe politica , per cui chi è stato parlamentare ora deve lasciarte definitivamente il posto ad una nuova classe politica, ovviamente ridotta nei numeri, fatta non certo solo di giovani, ma di persone oneste, per bene, competenti ed animate dal desiderio di lavorare per il loro Paese e non per se stessi. Sarebbe già una svolta epocale!

martedì 15 maggio 2012

MANGIASANO 2012 Invito a partecipare

L'ambiente si tutela anche con una sana e corretta alimentazione "naturale" e di prossimità

lunedì 7 maggio 2012

Voto alle Comunali : Vince il Partito della Grande astensione di Giorgio Diaferia

Il dato è di quelli che non si possono negare, appare chiaro non mascherabile : la gente è stufa della vecchia politica e dei vecchi partiti politici. Chiede rinnovamento, che non necessariamente deve solo essere a favore dei giovani, occorrono facce nuove, anche se non più o nono solo giovani.La gente o non si è recata a votare (oltre il 10%) o ha votato Movimenti e Liste Civiche. Qundi la parola d'ordine è discontinuità con, come sottotitolo, Andatevene a casa! Si attende la Riforma del Governo Monti per il dimezzamento dei finanziamento pubblico ai Parttiti e la certificazione dei bilanci anche per il mondo sindacale, per il dimezzamento del numero dei Parlamentari e dei Consiglieri Regionali. Si attende la Riforma elettorale che dia ai cittadini il diritto di scegliere il proprio rappresentante con uno sbarramento certo e non inferiore al 5%, che eviti frammentazioni inutili e certezza che chi verrà eletto non rappresenti un gruppeto di pochi amici, ma una fetta importante della società civile.C'è bisogno di socialismo, di ecologismo meglio se coniugati insieme in una social-ecologia o ecologia -sociale. Non sono mancati gli inevitabili atteggiamenti di supponenza, di fastidio da parte di alcuni rappresentanti politici convinti di aver registrato un grande avanzamento.Aspettiamo le Riforme annunciate che diano più equità ai tagli ed ai sacrifici e che eliminino i tanti, troppi benefit della Casta politica e dei Top Manager Pubblici. In un momento di crisi non si possono pagare stipendi di centinaia di migliaia di euro l'anno. Gente competente e molto più modesta se ne trova

domenica 6 maggio 2012

E la Francia virò a sinistra di Giorgio Diaferia

Telefonate di compiacimento e mille congratulazioni al settimo Presidente della V Repubblica Francesce Francoise Hollande da parte di Barack Obama, della cancelliera Merckel e del nostro Presidente del Consiglio Mario Monti. Ha ottenuto il 51,9% dei voti contro il 47% dell'avversario, Sarkozy. Diciassette anni dopo Francois Mitterrand. L'auspicio io che ora si lavori per un'Europa più attenta al mondo del lavoro, dei giovani, della tutela dei servizi alla persona. Per un'Europa che sterzi dalla dipendenza dal Petrolio ed operi importanti trasformazioni strutturali di se stessa per divenire infine una "Federazione di Stati". Solo dalla cooperazione si può pensare di uscire dalla crisi. Ma occorre porre molta attenzione anche a quanto accaduto in Grecia dove i NeoNazisti siederanno in Parlamento con difficili possibilità di formare un Governo con una maggioranza stabile. Nel frattempo oggi alle 14 termineranno le votazioni dei 9 milioni di Italiani chiamati ad eleggere un centinaio di nuove Giunte Comunali. Punti di verifica saranno Genova, Palermo, Verona e per il Piemonte soprattutto Alessandria, Asti e Cuneo

venerdì 4 maggio 2012

Segnala gli sprechi Flavio Lotti Coordinatore Nazionale della Tavola della Pace

Il Governo ci chiede di segnalare gli sprechi di denaro pubblico Fallo anche tu! Digli di tagliare le spese militari, cancellare gli F-35 e i privilegi di cui godono gli alti gradi delle forze armate Nonostante siano passati vent'anni dalla fine della guerra fredda l'Italia continua a sprecare ogni anno migliaia di milioni di euro per mantenere in piedi un apparato militare mastodontico, inutile e inutilizzabile, che nulla ha a che fare con il bisogno di sicurezza degli italiani. Questo è il più grande spreco di risorse pubbliche che il nostro Paese deve cancellare! Le risorse risparmiate devono essere impiegate per dare un lavoro a chi non ce l'ha o lo sta perdendo, per chi è in difficoltà e sta pagando il prezzo più alto della crisi, per estirpare la povertà e riaprire un futuro nuovo per il nostro Paese. Per dire al Governo di cancellare questo spreco clicca qui http://www.governo.it/scrivia/RedWeb_Form.htm Inondiamo il sito del Governo con questa denuncia! Inoltra questo messaggio a tutti i tuoi amici e conoscenti Passaparola!