domenica 11 novembre 2012

La sorpresa della normalità Di Giorgio Diaferia

E' incredibile, siamo talmente mal abituati dai costumi della politica nazionale da stupirci per le cose più normali. Un Ministro che prenda il treno e se lo paghi se non è per una missione del Governo. Un Primo Ministro che va a passeggio con sua moglie entra in un negozio, paga! e se ne va. O che vada a cena in un Ristorante e paghi regolarmente il conto senza accettare sconti o omaggi. Ma c'è ancora molto da fare per rendere questi eletti più vicini alla gente che li ha votati, regalandogli un incarico importante e di grande prestigio. Non si devono dimenticare di essere persone "normali"come le altre, e che essere alla mano, disponibili, non deve solo essere un metodo per garantirsi un elettorato fedele, ma perchè essi rappresentano le persone che li hanno votati, che hanno fiducia in loro e che sono cittadini italiani con diritto di parola e di veto. Basta arroganza, basta sentirsi unti dal signore ma basta anche professori che impartiscono lezioni. Un sano mix di tecnici e di politici onesti, impegnati a fare per il bene del Paese e disponibili verso la società. Politici che si pagano di tasca loro le vacanze, gli Hotels e meglio se vanno in posti costosi che i comuni mortali non si possono permettere. Alzano il PIL.......

Nessun commento:

Posta un commento