sabato 31 ottobre 2015

TROFARELLO IL CENTRO SINISTRA DISCUTE MENTRE IL CENTRO DESTRA SE LA RIDE

Il titolo riassume in soldoni la sintesi della situazione politica che si sta delineando per le prossime elezioni Comunali a Trofarello. 3 i contendenti del centro sinistra che rivendichrebbero a se il posto di Sindaco, con l'aggiunta dei grillini, che se incrementeranno i loro voti, percentualmente lo faranno maggiormente sui votanti di centrosinistra e sinistra piuttosto che su quelli di centro destra-destra.Un empasse molto pericoloso ed al momento privo di soluzioni.Ieri pomeriggio la nostra associazione culturale e politica ha tenuto un incontro a cui hanno partecipato cittadini torinesi con attività e riferimenti a Trofarello e alcuni Trofarellesi. Tra il pubblico spiccava la presenza del candidato del PD Marco Cavaletto e Luigi Zanatti figlio dell'ex sindaco socialista di Trofarello e potenziale candidato dei Moderati. Alla riunione ha preso parte il Presidente dell'ANCoS avvocato Renato Rolla che vanta ben tre circoli,nel territorio di Trofarello,affiliati alla sua Associazione, tra questi quello degli Alpini. A questo proposito vale la pena ricordare che la riunione di Torino Viva non si è svolta presso il Circolo degli Alpini di Trofarello essendoci stata sconsigliata vivamente dal sindaco Visca, inquanto riunione politica e quindi non svolgibile presso un circolo privato non politico. Un'assurdità, ma come è il costume di Torino Viva,non abbiamo voluto fare polemiche per evitare problemi al Circolo stesso. Alla fine la saletta era comunque piena e sono stati distribuiti dei foglietti per l'iniziativa "Idee x Trofarello" al fine di ragionare su proposte e segnalazioni che giungessero dai cittadini.Un tema che è emerso fra i tanti è la mancanza di una pista ciclabile e per jogging, i problemi sulla pavimentazione stradale, con buche che sembrano piccoli crateri, la necessità di creare aree attrezzate e recintate per cani, di ripristinare ampliare e migliorare uno spazio per attività spontanee sportive, la mancanza di un centro dove le persone si possano riunire e organizzare eventi gratuitamente, l'importanza di non costruire nuovi capannoni a rischio poi abbandono, ma semmai favorire nuovi insediamenti produttivi, recuperando e trasformando strutture già in essere ed abbandonate. Quest'ultimo punto anche favorendo la ripresa dell'edilizia, ma soprattutto di "trasformazione" evitando altro consumo di suolo agricolo.Giorgio Diaferia che con Simone Leandro hanno condotto l'incontro hanno poi ringraziato e salutato i presenti dando loro appuntamento ad una prossima iniziativa, ribadendo che uno dei temi fondamentali di TorinoViva è quello delle "Città in salute" puntando sull'informazione ai cittadini per quanto concerne la Prevenzione Primaria e la Qualità dell'aria che respiriamo, temi questi che prevedono anche importanti risvolti occupazionali per giovani e diversamente giovani, con molta attenzione alle persone in difficoltà ed i servizi per loro.

Nessun commento:

Posta un commento