lunedì 5 dicembre 2011

TORINO, ARIA AVVELENATA di Giorgio Diaferia



Dicevamo 35 e più sforamenti consecutivi del livello di polveri fini (10 micron) e ultrafini a Torino, ma il dato ha superato quota 45 oltre 90 dall'inizio dell'anno. Un problema che attanaglia le grandi aree metropolitane ed in particolare quelle che si affacciano sulla Pianura Padana. La questione che ci preoccupa come ecologisti e come medici, sono le ricadute gravi e meno gravi, ma ugualmente fastidiose per la salute dei cittadini, in particolare dei bambini. Tosse, irritazioni agli occhi ed alle mucose delle vie respiratorie, riniti, ma anche cefalea, sbalzi della pressione sanguigna e maggiore incidenza di fatti acuti circolatori. Da subito occorre vietare il traffico veicolare in città, fatta eccezione per auto elettriche, pulmini elettrici. Vanno creati parcheggi di interscambio fuori città con navette, metropolitana, linee ferroviarie di superficie che portino in centro, "il Progetto Ultimo Miglio".. Altro che solo aumentare le linee blue di parcheggio o incrementare il costo del ticket dei trasporti pubblici. Questi devono ridurre il costo del biglietto o almeno aumentarne la durata permettendo di riutilizzare il ticket sulla metropolitana entro 1 ora dalla prima vidimazione. Più treni di superficie, raddoppio ed estensione della metropolitana.Pensare ad una navigazione sul PO eliminando la chiusa di piazza Vittorio. Bene piste ciclabili e aree pedonalizzate che tra l'altro favoriscono il commercio ed il turismo, con cui finanziare quanto prima.Per non parlare dei costi della sanità(farmaci-ricoveri-passaggi al pronto soccorso) che si eviterebbero con costi sociali enormi. La salute al primo posto cari politici, in attesa della maxistangata dell'UE per il superamento dei limiti di legge.........................come dire piove sempre(sigh!) sul bagnato.
A questo punto è opportuno prevedere il blocco delle auto anche se impopolare, studiato in vari modi ma per tutti!

aggiornato Torino 19.12.2011

Fonte: www.vasonlus.it

2 commenti:

  1. MARTEDì 13 DICEMBRE Ore 11.30
    TORINO : ARIA AVVELENATA
    "proposte urgenti per uscire dai livelli attuali di inquinamento"

    Gruppo Regionale Verdi Verdi via San Francesco d’Assisi 35 5° piano



    Interverranno
    Alberto Musy CapoGruppo Comune di Torino per Alleanza civica per Torino-UDC
    Maurizio Lupi Capogruppo in Regione per VerdiVerdi
    Giorgio Diaferia Segretario Regionale Alleanza Ecologica per l'Italia

    parteciperà all'incontro Emanuela Rampi CapoGruppo in Circoscrizione n.1 di Alleanza Civica per Torino e Segretaria di Torino Viva

    35 e più sforamenti consecutivi del livello di polveri fini e ultrafini a Torino. Un problema che attanaglia ed accumuna le grandi aree metropolitane ed in particolare quelle che si affacciano sulla Pianura Padana. Diaferia (Alleanza Ecologica) :”come medico ed ecologista sottolineo come siano sempre maggiori le ricadute dell’inquinamento urbano per la salute dei cittadini, in particolare per le fasce deboli vecchi, malati cronici e bambini. Da subito occorre vietare il traffico veicolare in città, fatta eccezione per auto elettriche, pulmini elettrici, potenziando la rete di trasporto pubblico ecologico. Per Musy (Alleanza Civica per Torino),”Vanno creati parcheggi di interscambio fuori città con navette rapide, metropolitana, linee ferroviarie di superficie che portino in centro città “Progetto ultimo miglio” che permetterebbe da subito di abbattere del 150° la concentrazioni di polveri . Lupi (Verdi Verdi)sostiene “la necessità che la validità dei biglietti per i mezzi pubblici aumenti la sua durata ad almeno 90 minuti , permettendo inoltre di riutilizzare il ticket sulla metropolitana entro 1 ora dalla prima vidimazione” Per tutti e tre i gruppi, diviene urgente liberare i fondi strutturali del CIPE per bus elettrici, treni di superficie, collegamenti con ferrovia tra Caselle e la città e la zona Nord e Sud dell’Area Metropolitana. Inoltre bisogna proseguire sul raddoppio ed estensione della metropolitana. Portare a 20° la temperatura nei locali pubblici e privati. Pensare ad una navigazione sul PO eliminando la chiusa di piazza Vittorio. Bene le piste ciclabili e nuove aree pedonalizzate che favoriscono il commercio ed incrementano il turismo, elementi essenziali con cui finanziare in parte questi progetti. Occorre dunque riportare la salute al primo posto dell’attività del Sindaco e della Giunta.
    Sono invitati tutti i Consiglieri Regionali e Comunali

    RispondiElimina
  2. CHE ARIA TIRA A TORINO?
    Scie chimiche
    Inceneritore del Gerbido
    Catena umana per Susa
    per saperne di più: Conferenza a TORINO Museo delle Scienze
    21 Febbraio 2012 ore 20,45
    per maggiori informazioni: http://riprendiamociilpianeta.it/?p=2186
    Grazie per l' attenzione
    Associazione Riprendiamoci il Pianeta
    www.riprendiamociilpianeta.it

    RispondiElimina