domenica 6 maggio 2012

E la Francia virò a sinistra di Giorgio Diaferia

Telefonate di compiacimento e mille congratulazioni al settimo Presidente della V Repubblica Francesce Francoise Hollande da parte di Barack Obama, della cancelliera Merckel e del nostro Presidente del Consiglio Mario Monti. Ha ottenuto il 51,9% dei voti contro il 47% dell'avversario, Sarkozy. Diciassette anni dopo Francois Mitterrand. L'auspicio io che ora si lavori per un'Europa più attenta al mondo del lavoro, dei giovani, della tutela dei servizi alla persona. Per un'Europa che sterzi dalla dipendenza dal Petrolio ed operi importanti trasformazioni strutturali di se stessa per divenire infine una "Federazione di Stati". Solo dalla cooperazione si può pensare di uscire dalla crisi. Ma occorre porre molta attenzione anche a quanto accaduto in Grecia dove i NeoNazisti siederanno in Parlamento con difficili possibilità di formare un Governo con una maggioranza stabile. Nel frattempo oggi alle 14 termineranno le votazioni dei 9 milioni di Italiani chiamati ad eleggere un centinaio di nuove Giunte Comunali. Punti di verifica saranno Genova, Palermo, Verona e per il Piemonte soprattutto Alessandria, Asti e Cuneo

Nessun commento:

Posta un commento