sabato 6 luglio 2013

L'intollerabile arroganza della Casta.....o quasi Di Giorgio Diaferia

Trovo francamente insopportabile, intollerabile ed ingiustificabile l'atteggiamento di insofferenza ed anzi decisa scortesia che molti appartenenti alla non meglio precisabile classe di persone influenti,di potere, che occupano posti importanti, con stipendi da favola e privilegi che , noi persone comuni, non ci sogneremo mai tengono nei confronti degli "altri" extra casta. .Io credo che per il semplice fatto di avere ottenuto, magari grazie a meriti innegabili, magari no, un posto di grande prestigio e di essere entrato a far parte di una "Casta" di privilegiati" dovrebbe portare queste persone ad un atteggiamento di massima disponiblità e ad uno spirito di gratitudine. E invece, non voglio generalizzare, ma è frequente assistere a loro manifestazioni di intolleranza, di irritazione, di rabbia, di non disponibilità al dialogo o al confronto, se non fra di loro . Mi domando, tra le altre cose e come me credo se lo chiedano molti cittadini, che fine abbiano fatto le proposte di dimezzare i Parlamentari, di ridurre il loro stipendio e quello degli Europarlamentari. Di ridurre drasticamente gli stipendi dei consiglieri regionali, dei loro privilegi, di abbattere le "Pensioni d'oro", di tagliare le maxi liquidazioni e gli stipendi dei manager pubblici, ma anche privati (vedi Svizzera e non solo) Grazie a tutti questi ritocchi netti verso il basso, forse non si troveranno i 4 miliardi per non far pagare ai ceti meno benestanti l'IMU, ma certo ci si avvicinerà, tenendo conto che è un risparmio spalmato sugli anni che verranno e non solo sul presente. E poi si darebbe finalmente un pò di buon esempio. Non è assolutamente gelosia o invidia la mia, ma dico un pò di cortesia, di gentilezza, di disponibilità dovrebbe essere "obbligatoria" per la Casta. E se non tutti a casa !

Nessun commento:

Posta un commento