sabato 9 luglio 2011

Da Musy a Rutelli aspettando Roma: in viaggio verso il Nuovo Polo di Giorgio Diaferia



Sono state due giornate interessanti ed utili per capire che lo spazio politico al Centro dei 2 Poli resta ampio e manovrabile e con prospettive ancora più ampie fra alcuni mesi in cui il disfacimento del Berlusconismo e della sua coalizione potrebbe accellerare.Di fatto occorre guardare al nostro interno e non alle disgrazie altrui. L'API tra i 3 partiti del così detto TerzoPolo-Nuovo Polo(NP), è certamente la formazione politica che, riprendendo molti dei temi della Margherita, è in grado di scompaginare l'assetto politico attuale. Non v'è dubbio che le API pungono se disturbate nel loro lavoro e come tale bisogna lasciarle lavorare in pace poichè i risultati non potranno mancare. Il 22 Luglio a Roma, dovrebbe, ed è meglio usare il condizionale, esserci una riunione nazionale dei 3 leader del NP che dovrebbe dare il via alla costruzione del soggetto politico unico e con un simbolo unico.Molti sono stati i problemi alle recenti elezioni amministrative dove un FLI non troppo organizzato, anche perchè di molto recente costruzione,ha fatto la sua parte a fianco di API, ma spesso invece l'UDC è stata ondivaga affiancando in alcuni luoghi il candidato di centro destra(si pensi al caso provincia di Vercelli)ed in altri il candidato di centro sinistra.A Torino poi si è ufficialmente costituita l'associazione Alleanza civica per Torino che esprime molte dellle candidate e dei candidati nella omonima lista delle comunali e l'ex candidato Musy ha fatto gruppo autonomo rispetto alla collega Scanderenbech dell'UDC.Il referente dell'associazione è appunto il dinamico e brillante avvocato che, come auspicabile, tiene aperto il dialogo con API, con FLI e con l'UDC, ma anche con i Moderati che rappresentano in Piemonte una importante forza politica ( 9.8% alle ultime comunali),occupando in parte, il posto politico lasciato,dalla Margherita che a Torino viaggiava su cifre del 19%. Dunque API può e deve crescere e una prima tappa dopo Roma sarà la Festa Nazionale a Labro (RI) dal 1° al 4 Settembre in una splendida cornice medioevale e con molti dibattiti(Alfano-Bersani-Casini....) ed approfondimenti che daranno molto spazio ed attenzione ai giovani.In Piemonte poi si preannuncia una iniziativa di grande interesse per Venerdì 30 Settembre sulla "Green Economy" con un pre convegno molto scoppiettante e con Francesco Rutelli protagonista.Nel mentre deve crescere la partecipazione e l'organizzazione delle varie realtà moderate, non dimenticando l'Ecologia, e di questo Torino Viva ne è da sempre ispiratrice. Nel campo dell'ecologismo esiste uno spazio politico enorme, che dovrà essere portato avanti da un partito che sappia avanzare delle proposte serie, etiche ed operative, seppur con moderazione. Cosa c'è di più ecologico delle API?

Nessun commento:

Posta un commento