mercoledì 20 luglio 2011

FERMATO L'ECOMOSTRO SOTTO LA MOLE di Giorgio Diaferia




Dietrofont della Sopraintendenza ai beni culturali che ha bocciato il progetto per la costruzione del palazzo di 7 piani in via Riberi,precedentemente approvato. La giustificazione sta nella "Non compatibilità con la tutela dell'isolato".Ira del Comune che minaccia di rivolgersi al TAR.Il progetto dovrà subire delle varianti. L'area era stata acquistata dal Comune per 2 milioni e mezzo di euro e doveva servire per dare vita ad un palazzo di 7 piani con vista sulla mole, palazzo il cui progetto venne modificato nel 2009 che fece saltare la mosca al naso a parecchi residenti della zona, costuitisi nel Comitato : "Salviamo La Mole".L'assessore Curti presa visione delle motivazioni si riserva, sentito il parere del Sindaco, di fare ricorso al TAR, contro il provvedimento.A far festa oltre i promotori del Comitato anche la consigliera di Alleanza Civica per Torino,Emanuela Rampi, della Circoscrizione 1 che aveva presentato e fatto votare una interrogazione pochi giorni fa per "chiarimenti ulteriori" al Comune.Torino Viva segue con interesse l'iniziativa

Nessun commento:

Posta un commento