martedì 5 giugno 2012

la catastrofe di Fukushima. Roberto Romizi Presidente ISDE Italia

Carissimi, con questo appello si intende rompere il muro di silenzio che, fuori dai confini giapponesi, circonda la catastrofe di Fukushima. L’attuale Governo Giapponese guidato dal premier Noda ha, di fatto, rinnegato la volontà espressa dal suo predecessore dopo quella catastrofe di far uscire il Paese dalla dipendenza dall’energia nucleare: ma nell’opinione pubblica il dibattito è fortissimo e l’opposizione al nucleare cresce. Sul piano internazionale si vuol far credere che gli incidenti sono stati di poco conto, che la situazione è sotto controllo e le conseguenze per la popolazione giapponese sono minime. Ma la situazione è completamente diversa. Vi invito ad aderire firmando al link http://isdepalermo.ning.com/notes/Fukushima Per chi vorrà diffondere l'appello, è importante collegarlo al link sopra riportato, in modo che tutte le firme vengano convogliate e raccolte automaticamente! Grazie e saluti,

Nessun commento:

Posta un commento