venerdì 1 giugno 2012

Riforme Riforme Riforme Di Giorgio Diaferia

Ormai non ci resta che sperare che questo Governo intenda varare quelle tanto annunciate riforme di cui il Paese ha bisogno, non solo per risparmiare molti milioni di Euro, ma anche per darsi un post Monti in cui la Politica, quella fatta per governare con saggezza, onestà e lungimiranza una Nazione, torni ad avere il suo ruolo. Dimezzamento del numero dei Parlamentari, creazione del Senato delle Regioni con compiti diversi e poco più di 100 rappresentanti.Riduzione a meno di 1/3 del finanziamento pubblico ai partiti sino ad una graduale abolizione che lasci spazio a forme trasparenti e legali di contributi da privati. Nuova legge elettorale che permetta di scegliersi il candidato da votare con molta attenzione però al voto di scambio. Uno sbarramento non inferiore al 5% su scala nazionale per poter eleggere in Parlamento i propri rappresentanti.Blocco dei super stipendi e liquidazioni ai manager di società pubbliche o partecipate.Eliminazione di tutti i privilegi degli ex Parlamentari e via così. Ma si faranno queste benedette riforme.?

Nessun commento:

Posta un commento