domenica 8 aprile 2012

E' il Governo che deve operare i tagli alla politica di Giorgio Diaferia

Personalmente non ritengo che debba essere un Referendum a darci il nuovo assetto del Parlamento. Dimezzamento dei Parlamentari, cessazione di tutti i privilegi per gli ex, differenziazione dei compiti tra Camera e Senato, riduzione del numero dei Consiglieri Regionali. Accorpamento nei Comuni piccoli dei servizi pubblici per il contenimento dei costi ed una maggiore efficenza.L'attuale Governo tecnico dovrà, prima dello scadere del suo mandato promuovere tutti questi tagli anche mediante un Decreto Legge che sia il segno di un accordo di responsabilità dei tre principali partiti italiani, che lo sostengono.Forse ci sarebbe anche altro da fare ma già questa sarebbe una piccola rivoluzione della politica. Secondo step rivedere il finanziamento dei partiti con bilanci trasparenti e certificati da soggetti terzi accreditati e questo per ogni forma di aggregazione che preveda il pagamento di una tessera

Nessun commento:

Posta un commento