domenica 14 novembre 2010

Firenze."Abbiamo un sogno", per domenica 28 novembre

Cari amici,

con questa mail vogliamo invitarvi ad un primo incontro di coordinamento del progetto del a Firenze."Abbiamo un sogno", per domenica 28 novembre La scelta della città è stata dettata dalla volontà di cercare un punto facilmente accessibile a tutti.
E' stato difficile però individuare una sala che potesse ospitarci; dapprima si era pensato alla Casa della Pace, anche per il valore simbolico che essa rappresenta per noi, ma quel giorno è già occupata, poi all'Ospitale delle Rifiorenze, ma in questo momento non è operativo.
Abbiamo trovato ospitalità infine in una sala da 100 posti presso la sede Arci in Piazza dei Ciompi 11, in quella che fu la "casa del Ghiberti", un punto storico che fu centro operativo della Resistenza e poi punto d'incontro dei movimenti femministi. Ci auguriamo che lo spirito di questo luogo possa portare bene anche al nostro percorso di cambiamento dal basso che sta nascendo.
L'incontro si terrà dalle ore 10 alle 18.
Sono invitati:
- i fondatori del progetto "abbiamo un sogno";
- due rappresentanti per ognuna delle realtà che hanno aderito all'appello (associazioni, movimenti, liste civiche, comitati territoriali...);
- alcuni responsabili di altri percorsi simili al nostro, con i quali riteniamo importante dialogare con rispetto e fiducia reciproca fin da subito.
L'incontro vuole essere un primo momento di incontro in cui ciascuno possa brevemente presentare l'attività della realtà che rappresenta, esponendo al contempo le proprie motivazioni e aspettative rispetto al percorso partecipativo che stiamo avviando.
Immaginiamo un percorso inclusivo, aperto a quanti condividano il sogno di unire tutte le forze della società civile per dare voce alle proposte di cambiamento che stanno nascendo dal basso, in maniera trasparente, democratica, costruttiva.
Crediamo che sia il momento di cucire più che di strappare, di cercare i punti di incontro più che di sottolineare i punti distintivi di ciascuno, di costruire una rete ampia fondata sulla fiducia reciproca più che reti ristrette dettate dalla diffidenza...Occorre avviare un percorso volto a valorizzare le diversità e al contempo con una forte volontà di fare sintesi politica. Occorrono pazienza, umiltà, tenacia e coraggio.Noi non abbiamo fretta, siamo sereni e fiduciosi che nel dialogo e nell'ascolto reciproco si possano affrontare e sciogliere tutti i nodi che si porranno lungo il cammino.Come dice un proverbio burkinabé: "Sedersi a discutere non coltiva i campi, però risolve i problemi". E ci pare che di questo ci sia grande bisogno oggiAggiungi un appuntamento per oggi!L'Italia ha assoluta necessità di un cambiamento politico radicale e noi crediamo che la società civile sia chiamata in questo momento storico a contribuirvi attivamente.Vi chiediamo, per ragioni organizzative, di inviarci quanto prima via mail la vostra adesione all'incontro.
Restiamo a vostra disposizione per qualunque chiarimento.
Seguiranno altre mail con materiali di approfondimento utili per prepararsi all'incontro.
Anche voi potete, se lo ritenete utile, inviarci materiali che volete condividere con tutti gli altri invitati all'incontro.
Un abbraccio a tutti,a presto,

Michele Dotti
Coordinamento "Abbiamo un sogno"
www.abbiamounsogno.it

Nessun commento:

Posta un commento