lunedì 13 dicembre 2010

COMUNICATO STAMPA




L'associazione ambientalista VAS (Associazione Verdi Ambiente e Società
onlus) con il Presidente nazionale Sen. Guido Pollice e l'avvocato Vincenz Enrichens ha annunciato di volersi costituire parte civile per danno ambientale nel procedimento in corso per l'abbattimento di alberi in strada Moncalvo e
invita anche l'amministrazione comunale a fare altrettanto.
E' quanto ha dichiarato il vice presidente VAS Piemonte Soldo Antonio che ha
chiesto la sospensione del PRGC nell'area collinare in attesa che esso sia
meglio normato a tutela di un habitat naturalistico unico.
"Non è la prima volta - dice Antonio Soldo - che ci troviamo di fronte a
spettacoli che aprono gli occhi dei residenti, e non solo, sul rischio che
l'edificazione delle nuove aree possa mettere a repentaglio la stabilità di un territorio fragile.
Gli eventi climatici si sono modificati nel tempo e il clima meno temperato
incide più fortemente sul territorio con piogge a forte
intensità che provocano frane per incapacità di assorbimento e drenaggio del
terreno Il gruppo consiliare di "Europa ecologia - Verdi Civica" aveva già sollevato
il problema con una interrogazione consiliare.
"Un nuovo PRGC non è al momento possibile? - continua Antonio Soldo - Bene,
noi ambientalisti proponiamo cautela e nuove norme nel
rispetto dell'art 9 della Costituzione Italiana sulla Tutela del Paesaggio
della Nazione.Moncalieri, se di ambiente vogliamo parlare, per le attività a mitigazione del rischio idrogeologico ha ottenuto l'insufficienza
nell'ottobre 2010, con voto 3emezzo, anche da Legambiente e non ha ancora
aderito al Patto dei Sindaci per l'Ambiente. Potrebbe essere irrilevante se
questa Città non avesse subito eventi alluvionali straordinari di cui due solo negli ultimi 10 anni!Il passato deve essere un monito per il presente, che è già futuro, ed ha responsabilità più pregnanti delle colpe del passato perchè è messo in
condizione di sapere.In collaborazione con il Comune, con Lo Sportello Energia, ci siamo attivati per fornire i consigli necessari a privato e pubblico;
cittadini , enti ed imprese perchè la Città deve riprendere in mano il
proprio destino.Politiche di dismissioni e compensazioni, conferenze di servizi,
incentivi per ristrutturarazioni e disincentivi o divieti per aree vergini,
agibilità delle aree golenali, delocalizzazioni ecc, queste le proposte di cui ci
piacerebbe parlare."

Nessun commento:

Posta un commento